June 26, 2017

Primarie e primavere

L’Otto dicembre ci saranno le “prime” primarie, per ora quelle del PD.

Io penso che sia un’importante occasione per cominciare a pensare di cambiare il paese (per favore se siete di quelli che pensano che è tutto un magna magna, che si stava meglio quando si stava peggio, che non c’è più niente da fare fatemi il piacere di fermarvi qui e tornare a fare le cose – inutili -  che quotidianamente fate perché evidentemente la pensiamo in maniera diversa).

Su questo sito molto spesso ho scritto di depressione italiana, di terapie strategiche del cambiamento. Ecco il cambiamento. Le primarie sono un ottimo strumento democratico per esercitare questo diritto di cambiamento. Si inizia l’otto dicembre con il PD. Mi auguro caldamente che il Movimento 5 Stelle di Grillo segua la stessa linea così come il PDL e le altre forze politiche. Ovviamente perché le primarie abbiano senso devono essere aperte a tutti, e non solo agli iscritti altrimenti sono autoreferenziali.

Per quelle del PD dovrebbe uscire una lista dei seggi. Io mi sono scervellato a cercare di capire dove siano purtroppo un questo link sembra facile ma poi non troverete la lista dei seggi http://www.primariepd2013.it/?q=comesivota.  La cosa migliore è che mandate una mail al responsabile di zona che potete trovare qui http://www.partitodemocratico.it/vicinoate/circoli/summa.aspx (possono votare anche gli italiani all estero: trovate la mail della persona della vostra città all’estero in questo link http://www.partitodemocratico.it/aree/italiani_nel_mondo/documenti/mappa.htm :  Io ho scritto al tizio di Parigi che mi ha risposto rapidamente e gentilmente).

Una raccomandazione: le primarie non piacciono molto agli estabilishment dirigenziali dei partiti. Che siano di destra o di sinistra coloro che hanno esercitato ruoli di primo piano e direttivo per lustri hanno una particolare allergia a degli strumenti democratici che possono mandarli a casa dall’oggi al domani. Non aspettatevi che sia facile capire come si vota alcune volte possono applicare qualche trucchetto sporco (come l’anno scorso dove se non avevi votato al primo turno non avevi il diritto di votare al secondo o come il M5S che limita il voto agli iscritti prima del 2012, sul PDL non saprei dire non hanno mai avuto il coraggio di farle). Fate sentire la vostra voce nel caso che le cose non vi piacciano, scrivete ai forum e incazzatevi se il caso. Meglio che calare le braghe.

Ripeto se mi riferisco alle primarie del PD è solo per un caso, perché sono i primi a farle. Votetrò anche a quelle del M5S  e del PDL se come spero verranno indette.

Ovviamente se siete di quelli che pensano che non ci sia più niente da fare potete iscrivervi ai black block, premere per una deriva rivoluzionaria antidemocratica o scappare dal paese. Non le condivido ma sono scelte che in casi estremi, come dimostra il nord africa, possono purtroppo avvenire. Ma siamo veramente a questo punto? Dove stanno i barconi di italiani che scappano sul mediterraneo? Il paese va male ma non è troppo tardi!

Questo è uno dei modi strategici di pensare al nostro Paese, secondo me, nel piccolo, per ciò che riguarda la vita politica così magari da poter regalare anche a noi e ai nostri figli una nuova primavera, possibilmente il meno dolorosa possibile.

ciao!

Comments

  1. rosalba says:

    Ho letto con attenzione il tuo articolo e apprezzo le argomentazioni, non voterò alle primarie, ma se lo facessi indicherei Renzi seguo la sua politica da quando neanche i fiorentini sapevano chi fosse e quando i suoi stessi compagni di partito lo denigravano e alcuni lo deridevano fino ad oggi che lo considerano lo “strumento” per vincere le prossime elezioni. Non ho mai capito come si possano considerare democratiche le primarie quando nella lista ci sono i candidati voluti dalla dirigenza e si sa chi vince prima ancora che si svolgano, senza parlare del recente scandalo delle migliaia di tessere fasulle.
    Apprezzo però e la tua voglia di cambiamento e l’integrità morale che esprimono le tue parole anche quelle che non condivido e se riconoscessi fra i candidati del Pd una personalità capace dei cambiamenti che tutti ci auspichiamo lo voterei. Oramai non credo in nessun partito, ma posso credere nelle persone che vogliono ridare dignità al nostro grande Paese governato oggi da piccoli uomini.

    • MatteoSan says:

      Grazie del commento rosalba, ho registrato il fatto che non credi in nessun partito. Quindi se riesco a interpretare quello che dici tu pensi che sia possibile cambiare il paese senza biogno di votare (se consideri anche il M5S un partito non potrai dare il tuo voto a nessuno). Ma poi, cosa è un partito?

  2. Paolo says:

    Le primarie sono certamente un atto di alta democrazia popolare,ma per avversa fortuna siamo in Italia ,paese di navigatori,poeti scrittori e..imbroglioni di prima categoria!
    Impicci ,inciuci,siamo maestri,basta vedere anche in queste primarie del p.d quante nuove iscrizioni di nuovi adepti
    Si sono verificate negli ultimi tempi di somali,senegalesi,rumeni albanesi ecc. Che di primarie democratiche di Renzi e compagnia cantante non sanno assolutamente di cosa si tratti!
    No,il mio e’ un secco rifiuto a una democrazia che purtroppo avrà bisogno di decenni a. Tutti i livelli per imboccare la strada dell’onesta’ e dell’interesse pubblico al posto di interessi privati,di tangenti,di corruzione ecc.ecc.
    A quel tempo io sarò in un altro mondo dove le”secondarie”perché le primarie c’è già chi le ha vinte in eterno, saranno oneste incorruttibili e..santificate!
    AMEN. Paolo

    • MatteoSan says:

      magari mi sbaglio ma per votare alle primarie, credo, non sia necessario essere iscritti a nessun partito ne avere la tessera. Il l anno scorso votai alle primarie da Parigi. Sono andato alla sede, ho dato 2 euro ho presentato la carta di identità e ho votato. Tutto qui.

      • Paolo says:

        SECONDO QUELLO CHE HO LETTO CI SONO DUE GRADI DI PRIMARIE,NEL PRIMO GRADO POSSONO VOTARE SOLO GLI ISCRITTI POI AMMETTO CHE NON CONOSCO IL MECCANISMO POTREBBERO,USO IL CONDIZIONALE,VOTARE TUTTI.
        ASPETTO CONFERME O SMENTITE……RESTANDO PERÒ CONVINTO CHE NON SIANO SERIE.
        PAOLO

        • MatteoSan says:

          allora confermo. Il primo turno delle primarie era chiuso. Il secondo , quello dell’8 dicembre, è aperto a tutti coloro che abbiano una carta di identità o un passaporto italiano e due euro in tasca. Su come trovare il seggio, ripeto, la cosa migliore è che si contatti per mail la persona che se ne occupa ed è più vicina all indirizzo di residenza (vedere link di sopra)

COMMENTA/COMMENTER

*


*