June 26, 2017

Il Ciambellone di Zia “ALicia” Fantasia

Allora il Ciambellone è una ricetta molto stupida e facile da farsi.  Ci sono affezionato perché me lo faceva la mia zia abbruzzese, Licia. Una volta da piccolo le scrissi una cartolina, che iniziava così “cara zia Alicia…” e da allora per me è rimasta Zia “A”Licia. Con la “A”. Buon anima!

Allora eccovi la ricetta (rivista da mia madre).

Ingredienti: 3 uova, 250 g di zucchero, 300 g di farina, 1 bicchiere di olio di semi, 1 bicchiere di latte, 1 bustina di lievito “Pane Angeli” (in Francia la levure chimique), un po’ di gocce di essenza di mandorla amara. Cacao in polvere (un cucchiaio da minestra),

Dunque sbattere le uova in una GRANDE insalatiera per cinque minuti (sic, nella ricetta di mamma… vabbeh, io l’ho fatto per un minuto ed è stato sufficiente: però se volete fare le cose veramente bene state pure li cinque minuti ad ammorbarvi).  Dopo aggiungete un bicchiere di latte, e un bicchiere di OLIO. Allora normalmente – “mamma dixit” – dovete usare l’oio di semi più buono che c’è che, sempre secondo mamma dixit è l’olio di arachidi. Io l’olio di arachidi non ce l’avevo oggi e quindi ci ho messo un bicchiere di olio extravergine di oliva della toscana. Guardate il colore nella foto seguente (se cliccate sulle foto le vedrete ingrandite). Va beh. Crepi l’avarizia! Quindi aggiungete la bustina di lievito e poi lo zucchero. Mischiate per uno o due minuti con il frullatore (se avete un frullatore a mano va bene lo stesso non vi scoraggiate!). Quindi le gocce di essenza di mandorle e la polvere di cacao.

Io in Francia ho trovato, su suggerimento di un mio amico alsaziano , la polvere di cacao e cioccolato “vanHouten”: un mito: è un mix di cacao amaro con zucchero e scaglie di cioccolato. Sebra il nostro “Nesquick”: da usare SENZA moderazione.

Continuate a mischiare quindi aggiungete la farina, frullate per poco meno di un minuto e poi continuate ad amalgamare il tutto con un cucchiaio di legno. Quando l’impasto è ben amalgamato preparate la teglia. Deve essere una teglia circolare dal bordo alto, possibilmente con un cono al centro (per il buco, se no che ciambellone è?). Io non ce l’ho, ed ho provveduto con apposito “Shaker” per i cocktail (da qui il tocco “fantasia”). Attenzione: imburrate bene teglia e “cono”. Poi spargeteci sopra la farina e battete la teglia in modo da far andar via la farina: la teglia resterà “imbiancata” come i tetti delle casette del presepio (lo fate il presepio a Natale con la farina sui tetti per l’effetto neve VERO???).

Bene. Avete quasi finito. Accendete il forno e mettetelo a 180 gradi. Versate l’impasto nella teglia circolare lentamente. Quando il forno è ben caldo mettete tutto dentro. Non toccate niente per 30 minuti, se aprite il forno prima si sgonfia tutto e avete fatto la pizza-ciambellone. Se avete usato la variante fantasia dello “shaker” controllate che non si muova durante la lievitazione della pasta. Se si inclina dovete effettuare un azione commando aprendo il forno rapidissimamente e premendolo e rimettendolo dritto. Date prova di riflessi!

Dopo 35 minuti controllate la cottura: tirate fuori il ciambellone e bucatelo con uno stuzzicadenti. Se resta umido vuol dire che non è cotto, e ripetete la procedura dopo cinque minuti. Se è secco avete finito.

Tirate fuori la teglia e lasciate freddare per trenta minuti. Quindi  delicatamente mettete il ciambellone nel piatto, cospargetelo di zucchero a velo o ancora meglio con il cacao tipo “Nesquick” e poi servitelo.

Quando ero piccolo ce lo facevano mangiare col caffellatte. Se io mangio oggi il Ciambellone col caffellatte do di stomaco. Ma… “de gustibus”... Io lo preferisco di sera, dopo mangiato, accompagnato da un bicchierino di vodka, freddissimo.

Grazie Zia… Alicia!

Comments

  1. danilo says:

    Mia madre c’ha provato per anni a fare il ciambellone di zia Licia, non è MAI venuto. Mai. Ci si è avvicinata tantissimo, ma non mai più sentito quel sapore, quel colore, quel profumo.
    Cara zia Licia, te lo sei proprio portato appresso, il tuo ciambellone…

  2. Elena says:

    E’ vero ..il ciambellone di zia Licia è INRIPRODUCIBILE…Però io mi accontenterei anche de quello de zia antonietta hahahahahha ciao belliii

COMMENTA/COMMENTER

*


*