March 9, 2021

Regionali/Cantonals Italy 2011

 

Pareggio e vittoria al novantesimo sul filo di lana con rigore non visto dall’arbitro fallo di mano(morta). Berlusconi chiede il riconteggio delle schede.
Il premier: «Io combattente». Ai napoletani e ai milanesi: vi pentirete, pregate il buon Dio: Chiese deserte.

MILANO – Il Pdl esce sconfitto dal secondo turno di amministrative e Silvio Berlusconi non lo nega. Milano è persa, il tentativo di conquistare Napoli è andato in frantumi. Ma non solo. Il centrodestra non è riuscito a imporsi neanche a Cagliari, Trieste e Novara.

BONDI SI DIMETTE – Le parole del premier dovrebbero servire a rasserenare le acque che ora agitano il Pdl. Nel partito del premier, infatti, c’è fermento e si chiede rinnovamento. Sandro Bondi ha deciso di rimettere il suo mandato da coordinatore: «Ritengo – ha spiegato – che da questo momento Berlusconi debba ricevere non solo la più ampia fiducia e solidarietà ma soprattutto la assoluta e incondizionata libertà di decisione e di iniziativa per quanto riguarda il futuro del partito».  Immediata la replica del coordinatore generale del PDL La Russa «Diciamocelo, meglio è un menagramo  Bondi aveva rotto il cazzo» prima di accorgersi di essere in onda su SKY TG 24. Il coordinatore generale si è poi corretto  «sono stato frainteso»

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.